Mail client o webmail?

Quando lo scooter e' ai box, il PC naviga. Suggerimenti, guide e recensioni su software, hardware, web e dintorni.
Motta

Moderatore
Messaggi: 1344
Iscritto il: 01 apr 2010 00:49
Modello: BMW R1200RT - 2007
Cilindrata: 1200
Colore: blu
Km percorsi: 88878
Località: Villadossola (VB)

Mail client o webmail?

Messaggioda Motta » 10 ago 2012 08:10

cts, in altro topic ha scritto:...per caso la tua posta è ancora tutta sul server?

Già, perchè usare outlook o qualsiasi altro programma per leggere la posta? non è più semplice leggerla dal proprio account su internet, oltre ad essere doppiamente (dal server e dal proprio antivirus) protetti? E poi la si può leggere da qualunque computer smartphone o tablet in ogni momento, perchè scaricare la posta su un solo computer? Io lo faccio da anni.

Avatar utente
Mix

Fondatore
Messaggi: 5221
Iscritto il: 08 set 2008 17:59
Modello: Satelis
Cilindrata: 400
Colore: bianco perlato
Km percorsi: 46mila
Località: Spinetta Marengo (AL)
Contatta:

Mail client o webmail?

Messaggioda Mix » 10 ago 2012 08:54

Quoto Motta.

La posta scaricata in locale era l'usanza prevalente ai tempi delle connessioni a tempo (commutate 56k ed ADSL dei primordi).
Oggi, con gli accessi flat (24h/24), non ha piu' senso mantenere i messaggi sul proprio pc.
Google mail, infatti, da tempo ha ricevuto il voto "9" da una blasonata rivista italiana d'informatica.
Anche Microsoft, con la nuova Hotmail, sta cercando di imitare Google.

Uniche eccezioni gli allegati, supratutto se pesanti, i quali dovranno essere salvati in locale per non sovraccaricare la connessione cellulare (ad ore o a GByte di traffico), mentre i gestori di posta dei dispositivi portatili gia' visualizzano i messaggi limitatamente alla loro prima e meno voluminosa parte.
Ed appena si ritorna sotto rete WiFi (es: propria abitazione, McDonald's, hotspots, ecc.), si scarica il resto.

Avatar utente
Huck Finn

Peugeottino
Messaggi: 1381
Iscritto il: 29 lug 2010 14:15
Modello: Sym Joymax 300i ABS
Cilindrata: 278
Km percorsi: 36.000

Mail client o webmail?

Messaggioda Huck Finn » 10 ago 2012 09:33

Motta ha scritto:Già, perchè usare outlook o qualsiasi altro programma per leggere la posta? non è più semplice leggerla dal proprio account su internet, oltre ad essere doppiamente (dal server e dal proprio antivirus) protetti? E poi la si può leggere da qualunque computer smartphone o tablet in ogni momento, perchè scaricare la posta su un solo computer? Io lo faccio da anni.


Per esempio perché sei obbligato dalle regole del tuo datore di lavoro.
E comunque la consultazione online è utile ma solo finché hai una connessione, altrimenti sei morto. Per chi viaggia molto, specie in aereo, lavorare a bordo sulla posta è impossibile, se non hai tutto sul tuo PC.
Infine devi anche riconoscere che molte "webmail" hanno funzionalità estremamente limitate e se con la posta ci fai cose un pochino più conplesse della semplice comunicazione testuale non sono il massimo.
Ciao, Huck

Ex Sat 250 Ex, ex Majesty 250, ex automobilista

Avatar utente
cts

Admin
Messaggi: 7399
Iscritto il: 30 mar 2009 09:19
Modello: Peugeot Satelis
Cilindrata: 400
Km percorsi: 52.400
Località: Puglia

Mail client o webmail?

Messaggioda cts » 10 ago 2012 09:33

Motta ha scritto:
cts ha scritto:per caso la tua posta è ancora tutta sul server?
Già, perchè usare outlook o qualsiasi altro programma per leggere la posta? non è più semplice leggerla dal proprio account su internet, oltre ad essere doppiamente (dal server e dal proprio antivirus) protetti? E poi la si può leggere da qualunque computer smartphone o tablet in ogni momento, perchè scaricare la posta su un solo computer? Io lo faccio da anni.

Completamente in disaccordo.
  • la webmail va bene per gestite una sola casella di posta elettronica, ma quando è più di una non è più pratica. Un semplice drag and drop di un messaggio da un account all'altro con la webmail è impossibile;
  • il servizio Gmail (il migliore) ha tanti piccoli difettucci se volete gestire la posta in maniera seria. Se poi la gestite facendo confluire tutte le e-mail in un unico account, è tutto un altro discorso. Se volete sapere i difetti, ditemelo che ricopio un articolo e ve lo posto.
  • volete gestire la posta non solo a casa ma dappertutto? Non utilizzate un metodo facile ma poco versatile come la webmail o una versione portable del software di posta elettronica. Semplicemente utilizzate il protocollo IMAP4 (e un programma serio, multipiattaforma, che lo gestisce... ;) );
  • il server ha un proprio filtro antispam e un proprio antivirus, sia che utilizziate il protocollo POP3 (o IMAP4) sia che utilizziate la sola webmail. Quindi è sbagliata l'affermazione che si è doppiamente protetti solo nel secondo caso;
  • scaricare la propria posta sul PC - in questo caso specifico parliamo di protocollo POP3 - vuol dire anche mettersi al riparo da eventuali malfunzionamenti del server o cancellazioni accidentali dello stesso (e con Tiscali è capitato ad un amico mio, poco avvezzo agli e-mail client), poiché si ha in realtà un backup della propria posta anche in locale;
  • gli allegati menzionati da Mix si possono gestire agevolmente - anche se di grosse dimensioni - se il proprio programma di posta elettronica è evoluto, basta scaricare le sole intestazioni ad esempio;
  • mai provato ad impostare filtri, nuove cartelle o ad azzerare una mail marcata erroneamente come spam da Google Mail? ;)
  • in un'epoca di social-scemenze, il browser è diventato il fulcro di posta e messaggistica, ma ha dalla sua la semplicità e non certo la flessibilità o la completezza di un e-mail client.
Devo continuare?

Avatar utente
Mix

Fondatore
Messaggi: 5221
Iscritto il: 08 set 2008 17:59
Modello: Satelis
Cilindrata: 400
Colore: bianco perlato
Km percorsi: 46mila
Località: Spinetta Marengo (AL)
Contatta:

Mail client o webmail?

Messaggioda Mix » 10 ago 2012 22:31

Ognuno di noi esige il massimo solo negli ambiti in cui nutre grande interesse.
Per tutto il resto, esige solo praticita' d'uso.
Riguardo le mail, faccio parte di quest'ultimo gruppo. Mentre tu, Cts, su browsers e mail sei molto piu' esigente.

Per quanto concerne l'utilizzo delle mail a me interessa, dopo anni di passata catalogazione e conservazione di tutti i messaggi importanti in un unico pc (un tempo ne avevo uno solo, visti i costi), averli disponibili in un unico luogo e poterli leggere da qualsiasi dispositivo, mobile o fisso.
Anzi, mi correggo, quasi tutto mobile.

Riguardo l'utilizzo professionale della posta, e' esattamente quello che faccio.
Ovviamente, dal palmare aziendale si tratta quasi obbligatoriamente di webmail, ma anche sul portatile (sempre aziendale) ho rinunciato da tempo ad un Outlook residente.
Ed e' anche per questo, forse, che non ho saputo aiutare Chris con il suo Windows mail.
Semplicemente, non mi interessa in quanto la webmail e' piu' pratica.

Circa la sicurezza dei dati, prendo atto dell'esempio del tuo amico, Cts, il quale ha perso le mail memorizzate sul server di Tiscali.
Ma vi segnalo il caso di un mio amico che, trattando affari con tutto l'oriente e l'Italia, causa irreparabile e generico malfunzionamento del suo pc ha perso oltre il 50% delle bolle e delle fatture memorizzate in locale su Outlook express, oltre ad importanti contatti di lavoro.

Inoltre, ho abbastanza esperienza (ma anche molti di voi, immagino) di improvvise rotture di hard disk (miei e di altri), mentre un server mail sara' quantomeno dotato della forma piu' semplice di configurazione RAID.
Chi non ha mai provato l'ebrezza di perdere i propri dati, forse sara' salvo per sempre perche' gli SSD si stanno diffondendo sempre di piu'. Beato lui, un altro mio amico ha tutte le foto di sua figlia in hard disk - reliquia, guastatosi qualche anno fa e che non ha il coraggio di buttar via.

Allegati: li considero da catalogare il meglio possibile e da scorporare in fretta dalle mail con le quali sono stati inviati, liberando spazio sul server.

Cts ha scritto:...la webmail va bene per gestite una sola casella di posta elettronica, ma quando è più di una non è più pratica...
Le mail sul web (2 forse 3) le leggo, quelle sul client (alice, tin, tiscali) fanno la muffa.

Cts ha scritto:...ditemelo che ricopio un articolo e ve lo posto...
Leggiamolo.

Cts ha scritto:Semplicemente utilizzate il protocollo IMAP4.
L'ho fatto per un certo periodo.
Tuttavia non fa per me, le mail stanno sul web e gli allegati sul pc piu' ad essi piu' idoneo (casa o lavoro)

Cts ha scritto:...mai provato ad impostare filtri, nuove cartelle o ad azzerare una mail marcata erroneamente come spam da Google Mail?
No, immagino che sia uno dei bug di Gmail, quelli di cui accennavi.
Preciso che non sono un fan di Google ma, semplicemente, apprezzo molto alcuni suoi servizi.

Cts ha scritto:...il browser è diventato il fulcro di posta e messaggistica, ma ha dalla sua la semplicità e non certo la flessibilità o la completezza di un e-mail client
Nel caso di un'organizzazione della quale faccio parte, effettivamente ho dovuto scaricare ed usare il client di FirstClass perche' la versione web era troppo cervellotica.
Ma trattasi di un utilizzo promiscuo web-client che, per ora, fatico a catalogare. Comunque, in locale non ho alcun dato.

Nota 1: Cts, mentre le mie sono solo opinioni pratiche, i tuoi sono accurati e concreti dettagli tecnici.

Nota 2: che bello questo forum, ci sono i tifosi delle webmail e quelli dei client, quindi niente squadre di calcio...

Avatar utente
cts

Admin
Messaggi: 7399
Iscritto il: 30 mar 2009 09:19
Modello: Peugeot Satelis
Cilindrata: 400
Km percorsi: 52.400
Località: Puglia

Re: Mail client o webmail?

Messaggioda cts » 11 ago 2012 08:08

Mix ha scritto:Ognuno di noi esige il massimo solo negli ambiti in cui nutre grande interesse.
Per tutto il resto, esige solo praticita' d'uso.

Sì, questa è una sacrosanta verità.



Mix ha scritto:Riguardo le mail, faccio parte di quest'ultimo gruppo. Mentre tu, Cts, su browsers e mail sei molto piu' esigente.

Uhm, non lo so, personalmente però sento l'esigenza di distinguere ordinatamente la posta dei miei vari account, ai quali ho associato determinati destinatari... ;)


Mix ha scritto:Riguardo l'utilizzo professionale della posta, e' esattamente quello che faccio.

Intendiamoci.
Per un utilizzo professionale io intendo questo:
- creo delle cartelle in arrivo basate su un determinato requisito (Posta di agosto 2012, Mix, ACI, Condominio, Scuola, Vacanze 2012, eccetera);
- creo dei filtri che mi mettano in automatico la posta nelle cartelle a seconda del mittente;
- creo la regola di conservare il messaggio di risposta nella stessa cartella del messaggio a cui si è risposto.
In questa maniera evito di perdere tempo con indicizzazioni, catalogazioni e visualizzazioni ad albero varie.
Ho la posta bella ordinata in un battibaleno. Veloce e pratica da consultare.
E non ho "buttato" nella Inbox TUTTi i messaggi come vedo quotidianamente fare a segretarie, ragionieri e professionisti vari.
Ecco che cosa intendo per gestione professionale: una Inbox stra-zeppa di messaggi mi fa stare male...


Mix ha scritto:Ovviamente, dal palmare aziendale si tratta quasi obbligatoriamente di webmail, ma anche sul portatile (sempre aziendale) ho rinunciato da tempo ad un Outlook residente.
Ed e' anche per questo, forse, che non ho saputo aiutare Chris con il suo Windows mail.
Semplicemente, non mi interessa in quanto la webmail e' piu' pratica.

Quando troverò una webmail che farà quello che riesco a fare io con il mio Thunderbird allora, per le mie esigenze, sarà più pratica. ;)


Mix ha scritto:Circa la sicurezza dei dati, prendo atto dell'esempio del tuo amico, Cts, il quale ha perso le mail memorizzate sul server di Tiscali.
Ma vi segnalo il caso di un mio amico che, trattando affari con tutto l'oriente e l'Italia, causa irreparabile e generico malfunzionamento del suo pc ha perso oltre il 50% delle bolle e delle fatture memorizzate in locale su Outlook express, oltre ad importanti contatti di lavoro.

Attento!
Prima non voleva saperne di utilizzare programmi di posta elettronica e tanto meno Thunderbird, legato com'era ad Outlook Express.
Dopo avere perso tutto (e qui nulla mi toglie dalla testa che all'epoca la concausa fosse stato un Norton troppo aggressivo con una e-mail contente virus: per me aveva cancellato tutta la Inbox all'arrivo del virus!) chiese il mio aiuto e io gli dissi che lo avrei aiutato SOLO se avesse fatto come volevo io.
In sintesi:
  • cambio di fornitore di casella e-mail. Detesto Libero, Virgilio e simili che pongono limitazioni se non si possiede la loro linea telefonica. In più, largo a chi concede tanti GB di spazio:
  • installazione di un programma di posta evoluto (Mozilla Thunderbird, ovviamente); ;)
  • impostazioni ad hoc di questo programma: conservazione della posta sul server di default. Tanto con tutti quei GB non è un problema.
Quindi, sia ben chiaro, se mi salvo la posta in locale e NON cancello la posta sul server ho un doppio vantaggio: se ci sono problemi sul server ho ancora la mia posta in locale, se mi si rompe l'hard disk ho ancora la posta sul server. ;)
Prudente come sono, ho seguito poi delle guide per i backup regolari della mia posta in locale su altre unità esterne... ;)
Insomma, il problema di rotture di hard disk o cancellazioni accidentali sul server a me non si pone mai. :D

Penserete tutti adesso che io abbia una gestione perfetta della posta: no, vi sbagliate.
Alla continua ricerca della perfezione, i miei account su Thunderbird sono sempre provvisori, incasinati con i miei esperimenti, in attesa di cartelle univoche (ad esempio ho un unico gestore per luce e gas ed ancora non riesco a sdoppiare le bollette tramite i filtri) o di filtri più efficaci (vi capita mai che un filtro legga la pubblicità che i fornitori di posta allegano in calce ad una e-mail e che quindi decidi di porvi il messaggio in tutt'altra cartella?).
Insomma, non ho mai tempo per mettermi davvero in ordine il mio Thunderbird, ma anche così ingarbugliato tutti i miei account (una decina) funzionano alla grande (ah, ho un altro brutto vizio... cancellare spesso e volentieri le e-mail causa la fretta, ma per fortuna le recupero quasi sempre... ho il terrore di riempire il mio hard disk...).

Mix ha scritto: Beato lui, un altro mio amico ha tutte le foto di sua figlia in hard disk - reliquia, guastatosi qualche anno fa e che non ha il coraggio di buttar via.

Se non ha gettato l'hard disk, la soluzione (costosa) c'è:
http://www.pseudotecnico.org/blog/2007/ ... pero-dati/

Mix ha scritto: Le mail sul web (2 forse 3) le leggo, quelle sul client (alice, tin, tiscali) fanno la muffa.

Abitudini, no? ;)

Mix ha scritto:
Cts ha scritto:...ditemelo che ricopio un articolo e ve lo posto...
Leggiamolo.

Per non appesantire questo post, lo trovate nel successivo. Non è farina del mio sacco, ma la penso esattamente come l'autore del confronto.

Mix ha scritto:
Cts ha scritto:Semplicemente utilizzate il protocollo IMAP4.
L'ho fatto per un certo periodo.
Tuttavia non fa per me, le mail stanno sul web e gli allegati sul pc piu' ad essi piu' idoneo (casa o lavoro)

Abitudini anche queste, ovvio. :)

Mix ha scritto:
Cts ha scritto:...mai provato ad impostare filtri, nuove cartelle o ad azzerare una mail marcata erroneamente come spam da Google Mail?
No, immagino che sia uno dei bug di Gmail, quelli di cui accennavi.

Guarda, onestamente non so se siano dei bug, magari sono delle funzionalità diverse, magari Google cerca di distinguersi ma io detesto trovare tutte le mail in un'unica cartella (la Posta in arrivo, appunto) dopo che ho creato delle etichette apposta per loro. E' un mio limite? Probabile, ma con questa gestione di filtri ed etichette di Google io non mi ci ritrovo mai.

Mix ha scritto: Preciso che non sono un fan di Google ma, semplicemente, apprezzo molto alcuni suoi servizi.

Anche io.
Meno quando mi obbliga ad iscrivermi a Google+ se voglio utilizzare Google Talk (che adesso ha un altro nome)... :roll:

Mix ha scritto: Nel caso di un'organizzazione della quale faccio parte, effettivamente ho dovuto scaricare ed usare il client di FirstClass perche' la versione web era troppo cervellotica.
Ma trattasi di un utilizzo promiscuo web-client che, per ora, fatico a catalogare. Comunque, in locale non ho alcun dato.

Lo dico sempre che sei molto più avanti di me: io non ho capito molto di quel client... :oops:

Mix ha scritto: Nota 1: Cts, mentre le mie sono solo opinioni pratiche, i tuoi sono accurati e concreti dettagli tecnici.

Assolutamente no.
Le mie sono opinioni quanto le tue, solo che mi sono sbattuto tanto per non perdere la mia posta ed organizzarla in maniera efficace.

Mix ha scritto: Nota 2: che bello questo forum, ci sono i tifosi delle webmail e quelli dei client, quindi niente squadre di calcio...

Chissà però alla fine chi vince... :)

Avatar utente
cts

Admin
Messaggi: 7399
Iscritto il: 30 mar 2009 09:19
Modello: Peugeot Satelis
Cilindrata: 400
Km percorsi: 52.400
Località: Puglia

Re: Mail client o webmail?

Messaggioda cts » 11 ago 2012 08:22

Immagine

Il migliore servizio di posta in webmail da me provato è Gmail di Google, che:

1- ha una buona capienza (15 GB);
2- riunisce le conversazioni in una maniera molto pratica;
3- scarica sul client persino le mail inviate tramite webmail;
4- al salvataggio di una bozza non chiude il messaggio come fa ad esempio Yahoo.it;
5- ha un buon filtro antispam;
6- si può consultare da qualunque p.c.;
7- si può utilizzare la sua chat senza installare nulla;
8- permette l'inoltro presso altre caselle di posta;
9- consente l'IMAP;
10- è più veloce di Thunderbird su una penna USB.



Però occorre considerare anche questo (senza polemica, ovviamente):

1- Gmail non ti permette di creare le cartelle che vuoi tu, c'è solo quella "Archivio" e basta! Thunderbird ti crea tante cartelle come vuoi tu;
2- in webmail non posso rispondere alle ricevute di ritorno; con Thunderbird posso farlo;
3- Gmail decide lui come archiviare le conversazioni e non c'è modo di personalizzarle/unirle/separarle/selezionarle/cancellarle come lo desidero io; con Thunderbird faccio quello che voglio, invece;
4- Gmail ti permette di scaricare un singolo messaggio solo una volta e basta! Se cambi client oppure se hai una casella condivisa allora non puoi condividere il download di un messaggio già scaricato (il metodo c'è... peccato che poi ti scarica TUTTA la posta daccapo e non solo quel singolo messaggio...); Thunderbird non soffre di questa limitazione;
5- Gmail mi fa irritare quando mi presenta dei link sponsorizzati che si riferiscono a qualcosa contenuta nella e-mail di chi mi scrive (mi sembra che qualcuno mi legga la posta...); Thunderbird non mi dà questi problemi;
6- Gmail non ti permette di inviare direttamente file.exe in webmail; Thunderbird sì (ma ovviamente dipende dall'ISP);
7- Gmail scansiona la posta con uno dei peggiori antivirus sul mercato (e non faccio nomi per non creare polemiche); Thunderbird non ha un proprio motore antivirus però è molto configurabile al riguardo;
8 - Gmail consente la gestione delle ricevute di ritorno solo per gli account a pagamento; Thunderbird lo consente gratis e con una buona versatilità;
9- Gmail non ti permette di fare il copia-e-incolla contemporaneo tra due o più e-mail magari pure di diversi account gmail.com: devi procedere uno step alla volta; Thunderbird non soffre di questa limitazione;
10- Gmail "possiede" la tua posta. "Lui", non tu. E può sempre cambiare le carte in tavola. E tu non potrai farci niente; Thunderbird non è altro che un programma.
Grazie a Thunderbird, però, è possibile scaricarsi la posta in locale e poi cancellarla dal server: in questo caso la privacy è salvaguardata;
11- Gmail (ma è una cosa tecnica) ti implica un rimescolamento dei cookie quando hai fatto un login con un account e poi utilizzi un servizio di Google che richiede l'identificazione (ad esempio: il commento pubblico ad una foto o a un articolo di un blog).


La conclusione in questo video...

Avatar utente
Mix

Fondatore
Messaggi: 5221
Iscritto il: 08 set 2008 17:59
Modello: Satelis
Cilindrata: 400
Colore: bianco perlato
Km percorsi: 46mila
Località: Spinetta Marengo (AL)
Contatta:

Re: Mail client o webmail?

Messaggioda Mix » 11 ago 2012 14:22

Cts ha scritto:...sento l'esigenza di distinguere ordinatamente la posta dei miei vari account, ai quali ho associato determinati destinatari...
Io no.
Se cerco i messaggi scambiati con un determinata persona, ordino le email in base al mittente.
Poi ricerco la probabile data.

Cts ha scritto:Per un utilizzo professionale io intendo questo...
...Ho la posta bella ordinata in un battibaleno. Veloce e pratica da consultare.
Si, e' cio' che fa il mio amico che commercia con i paesi asiatici.
O meglio, e' cio' che fa la sua segretaria in quanto lui perderebbe troppo tempo.
A proposito, ho (ri)trovato questo.

Anche nell'azienda in cui lavoro le email stanno divenendo, come scritto nel soprastante link, un grosso ed ingombrante problema.
Tuttavia, l'instant messaging non puo' rivestire quella forma di ufficialita' intrinseca dell'email, sopratutto se legata a un servizio di posta certificata.

Cts ha scritto:Quando troverò una webmail che farà quello che riesco a fare io con il mio Thunderbird allora, per le mie esigenze, sarà più pratica.
Sono sicurissimo che Thunderbird, osannato da te e Mario, sia il mezzo migliore per gestire tutte le proprie email. Qualche tempo fa mi avevi anche introdotto al suo uso, tuttavia il software era giusto ma l'utilizzatore era poco esigente e recettivo.

Cts ha scritto:Se non ha gettato l'hard disk, la soluzione (costosa) c'è...
Si, lo sa anche lui, ma spera che in futuro i costi di recupero si abbassino...

Avatar utente
MarioG75

Peugeot Dealer
Messaggi: 3466
Iscritto il: 17 apr 2009 15:06
Modello: B-Twin BiPosto
Cilindrata: 2
Colore: Rosa....
Km percorsi: tantissimi e con tanto amore!
Località: Napoli
Contatta:

Re: Mail client o webmail?

Messaggioda MarioG75 » 27 ago 2012 19:16

Ragazzi complimenti per l'argomento e le argomentazioni!

Nel mio piccolo uso varie mail che "vedo" tramite Thunderbird con il protocollo IMAP, quali sono secondo voi pregi e difetti?
Concordo al 99% con Cts (per quello che ho capito: lo 0.0003% di quanto letto..), posso aggiungere che in ufficio ho Telecom (in 15 anni solo 7/8 down alla linea ADSL) e a casa Tiscali (1 solo down in 4 anni).
Gasparro Moto - Concessionario ufficiale Peugeot per Napoli: vendita - assistenza - ricambi
Info : http://www.gasparromoto.com
Facebook: https://www.facebook.com/Peugeot.scooter.napoli

Avatar utente
cts

Admin
Messaggi: 7399
Iscritto il: 30 mar 2009 09:19
Modello: Peugeot Satelis
Cilindrata: 400
Km percorsi: 52.400
Località: Puglia

Re: Mail client o webmail?

Messaggioda cts » 28 ago 2012 04:08

mariog75 ha scritto:Nel mio piccolo uso varie mail che "vedo" tramite Thunderbird con il protocollo IMAP, quali sono secondo voi pregi e difetti?

Dipende dalle abitudini, certo con POP3 hai sempre una copia di backup in locale (se non cancelli la posta dal server), ma IMAP è utile nelle attività in cui è necessario l'utilizzo contemporaneo da più postazioni (e credo sia il tuo caso).
Comunque hai Mozilla Thunderbird, quindi sei a cavallo (ricordati solo di:
- compattare la posta ogni tanto,
- backup della posta ogni tanto,
- utilizzare un buon gruppo di continuità).

Immagine

Per compattare le cartelle (meglio disconnettersi da Internet: "File / Non i linea / Lavora non in linea") selezionare l'account dall'albero degli account e poi scegliere "File / Compatta cartelle"
Immagine


Torna a “L'angolo informatico”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti